Home   »   
  
»   Dermatite atopica occhi  
 
La dermatite atopica degli occhi

Dermatite atopica occhi

La dermatite atopica può insorgere in varie parti del corpo: anche le palpebre e la delicata zona del contorno occhi possono esserne interessate (non è raro che accada). Quando colpisce gli occhi, la dermatite diventa particolarmente fastidiosa, oltre ad essere anche decisamente antiestetica. Nei casi più semplici, è sufficiente applicare una crema per le dermatiti atopiche che non contiene cortisone.
Ecco con quali sintomi si manifesta e come trattarla nel modo più efficace.

I sintomi
La dermatite atopica agli occhi colpisce in genere le palpebre e la zona perioculare, zone dove si manifestano maggiormente i sintomi. Tuttavia anche ciglia e sopracciglia possono essere colpite.

Ecco i sintomi principali:
- Secchezza e screpolamento della cute palpebrale e di quella intorno agli occhi
- Prurito piuttosto intenso (soprattutto la notte)
- Formazione di pieghe e solchi sotto gli occhi (sono le cosiddette pieghe atopiche)
- Iperpigmentazione delle palpebre: la cute delle palpebre diventa più scura. Compaiono infatti chiazze color rosso scuro o tendenti al marrone-grigio (vengono in genere chiamate occhiaie allergiche)
- Edema palpebrale (leggero gonfiore delle palpebre)
- Ciglia e sopracciglia a chiazze (questo sintomo insorge ovviamente solo quando la dermatite interessa anche ciglia e sopracciglia).

Le cause
Come sempre avviene nel caso di queste patologie della pelle, le cause sono da ricercare in una combinazione di fattori genetici (esiste una predisposizione familiare/ereditaria a sviluppare questa forma di dermatite) e fattori esterni di vario genere, quali contatto con sostanze irritanti di diverso tipo (polvere, smog, sabbia, pelo di animali, detergenti aggressivi), stress eccessivo, umidità e freddo, allergie alimentari. In ogni caso nell'insorgenza del disturbo svolge un ruolo determinante soprattutto la predisposizione genetica.

Le cure
Le possibilità di trattamento sono diverse. Occorre però precisare che questo è volto più che altro a contenere e alleviare i sintomi, in quanto una guarigione definitiva è abbastanza rara: l'atopica, infatti, ha un andamento cronico-recidivante (soprattutto quando insorge in età adulta).
Ecco i trattamenti più comuni:
- Creme a base di principi attivi cortisonici: i corticosteroidi ad uso topico servono ad attenuare i sintomi, ma vanno usati con cautela, tanto più in una zona delicata come quella del contorno occhi
- Applicazione di pomate antistaminiche: se la sintomatologia è particolarmente intensa, il medico può prescrivere una terapia antistaminica per via orale
- Farmaci immunomodulatori: sulla zona perioculare è possibile applicare anche gli immunomodulatori topici (ad esempio il tacrolimus e il pimecrolimus). Questi farmaci influenzano l'azione del sistema immunitario: e di riflesso questo aiuta ad attenuare la sintomatologia della dermatite e a prevenire eventuali recidive. Vanno però usati per periodi limitati, perché agiscono sull'intero organismo, esponendolo quindi al rischio di effetti collaterali se l'assunzione viene eccessivamente protratta nel tempo.
Se invece non volete utilizzare medicinali, potete utilizzare una crema per le dermatiti atopiche senza cortisone, adatta anche alle pelli più delicate, come quelle di bambini e anziani.
E per finire, un accorgimento importante: qualunque sia la cura farmacologica prescritta dal medico, per non comprometterne l'efficacia è necessario astenersi il più possibile dal grattarsi la cute intorno agli occhi, perché grattarsi causerebbe solo un peggioramento dell'infiammazione.