Home   »   
  
»   Dermatite atopica: sintomi e cure  
 
La dermatite atopica: sintomi e cure

Dermatite atopica: sintomi e cure

Un bruciore, prurito, arrossamento e screpolatura della pelle che non passa ormai da giorni, che non accenna a scomparire con le normali creme all'ossido di zinco, ti sta creando più di qualche problema? Ti starai chiedendo di quale patologia dermatologica si tratti e, soprattutto, se nel tuo caso si possa parlare della sempre più diffusa dermatite atopica.

Arrossamenti intensi, comparsa di lesioni, secchezza e prurito: sono i sintomi tipici della dermatite atopica, infiammazione della cute abbastanza comune e senza dubbio molto fastidiosa. Ecco alcune informazioni utili sui sintomi, i trattamenti e le cure di questo disturbo.

I sintomi della dermatite atopica sono piuttosto vari, anche se si possono riassumere in alcuni segni evidenti che, dopo un'attenta analisi clinica da parte del dermatologo, possono portare alla diagnosi, appunto, di questa forma di dermatite.

Una cosa importante da sottolineare è il fatto di come l'eczema atopico, che altro non è che l'evidenza dell'irritazione sull'epidermide, ha una sua evoluzione e presenta caratteristiche e segni evidenti diversi in base allo stadio in cui si trova.
Possiamo pertanto individuare quattro fasi di sviluppo dell'eczema atopico, fasi cui corrispondo diversi sintomi della dermatite atopica:

- Fase eritematosa: caratterizzata da acantosi e una iniziale spongiosi

- Fase vescicolare: in questa fase si riscontrano vescicole piene di un liquido chiaro e una spongiosi più evidente

- Fase essudante: qui le vescicole si infettano e si possono rompere

- Fase desquamatoria: ora troviamo la pelle caratterizzata da una accentuata desquamazione con successiva cicatrizzazione

E' importante che si sappia come la sintomatologia spesso muta e peggiora anche in relazione al nostro comportamento, in quanto si instaura un circolo vizioso tra infiammazione-prurito-grattamento-sovrainfezione che porta all'aggravarsi della dermatite e dei fastidi.

Inoltre, un aspetto che il dermatologo tiene sempre presente quando deve valutare e diagnosticare una dermatite atopica, è la localizzazione dei sintomi, localizzazione che varia in base all'età.
I bambini ne sono i più colpiti sin dai primi mesi di vita, con guance, fronte e braccia che si coprono di escoriazioni e crosticine, mentre dal primo anni di età e passata la dentizione la dermatite atopica "migra" e si localizza nelle pieghe del corpo. Nei primi anni poi si può anche estendere al viso, alla zona palpebrale e vicino alle labbra.
Nell'adulto, invece, le mani, il viso e il collo sono le zone in cui si riscontrano in maggior misura i sintomi dell'eczema.

Ora che è più chiaro come si manifesta l'atopica, vediamo quali sono le cure e i rimedi. Anche in questo caso, è necessario suddividere le due fasi della malattia, per le quali si utilizzeranno diversi prodotti, in genere creme studiate per la dermatite atopica:

- Fase infiammatoria: in questa fase, oltre a rimedi naturali che però sono spesso poco o nulla efficaci (salvo che in alcuni casi), bisogna usare una crema al cortisone (i corticoidi, infatti, hanno la funzione di ridurre l'infiammazione)

- Fase di remissione: in questa fase la pelle resta secca (xerosi) e i pruriti sono piuttosto fastidiosi, ragion per cui è necessario, per evitare una nuova infiammazione, mantenere sempre la pelle morbida e idratata, usando creme emollienti.