Home   »   
  
»   Dermatite da processionaria  
 
Dermatite da processionaria

Dermatite da processionaria

La dermatite da processionaria (chiamata anche "erucismo") è una forma di irritazione provocata dal contatto con la processionaria dei pini, un insetto lepidottero molto diffuso nel Mediterraneo e presente in diversi tipi di alberi. Vediamo meglio come si manifesta questo disturbo cutaneo e come trattarlo, quali sono i rimedi per la processionaria più utili, come l'applicazione di un gel astringente al cloruro di alluminio (una curiosità: il nome “processionaria” deriva dal fatto che questi insetti si muovono di solito in "branco", messi in fila vicini l'uno all'altro, proprio come in una processione).

Le cause
La dermatite da processionaria è spesso scatenata dal contatto diretto dell'insetto con la cute, sebbene non sempre questo sia indispensabile. Infatti, perché insorga l'infiammazione, è necessario che nella cute penetrino i piccolissimi peli urticanti ricchi di istamina che si trovano sul corpo della processionaria.
Questi peli possono essere presenti nell'aria, perché vengono liberati dall'insetto stesso: di conseguenza, per sviluppare la patologia può anche essere sufficiente fare semplicemente una passeggiata in boschi in cui sono presenti alberi infestati da quest'insetto (soprattutto pini, cedri, querce, larici, ma anche altre specie di conifere). I peli possono rimanere sospesi nell'aria oppure depositarsi sul terreno: entrare in contatto con essi è quindi estremamente facile, sia per gli uomini che per gli animali (questa forma di disturbo colpisce infatti anche gli animali). I peli della processionaria sono in grado di liberare istamina (e la liberazione dell'istamina avviene tramite una proteina, la traumatoproteina): il che innesca il processo infiammatorio.

I sintomi
- Eritema (arrossamento): sulla pelle emergono delle papule (piccoli rilievi cutanei) eritematose simili a quelle che si formano in caso di orticaria
- Leggero gonfiore (edema)
- Bruciore e prurito.
I sintomi sopra elencati (che in genere interessano collo, tronco, viso, braccia o gambe) sono quelli che compaiono nella forma più comune di infiammazione, ovvero quella provocata dal contatto accidentale con i peli dispersi nell'aria o presenti sul terreno.
Nei casi più seri, ovvero quando un insetto cadendo dall'albero penetra sotto i vestiti venendo a diretto contatto con la pelle, i sintomi sono più evidenti: si formano delle piccole bolle e vescicole e il prurito è particolarmente intenso. Se i peli entrano in contatto con gli occhi, può anche subentrare una congiuntivite acuta (con lacrimazione e arrossamento oculari).
In genere comunque questa forma di infiammazione non è pericolosa per la salute: solo in rari casi può verificarsi uno shock anafilattico.

In che periodo può insorgere e quando compaiono i sintomi
I bruchi della processionaria escono dal nido nel periodo che va da maggio a luglio: è quindi in questo periodo che si corre il rischio di sviluppare la malattia. I sintomi fanno la loro apparizione in genere a qualche ora dal contatto con l'insetto (a volte anche il giorno seguente).

Le cure
La dermatite da processionaria tende a regredire in modo spontaneo nel corso di una settimana circa, senza utilizzare particolari rimedi. In questo lasso di tempo è auspicabile seguire questi due semplici accorgimenti, volti ad accelerare la guarigione e a rendere più sopportabile la sintomatologia (soprattutto il prurito):
- Evitare di esporsi al sole (per non compromettere il processo di guarigione: i raggi solari ritardano la remissione dei sintomi)
- Applicare un gel astringente al cloruro di alluminio , molto efficace nell'attenuare il prurito e nel prevenire l'insorgenza di eventuali infezioni secondarie della cute.
Meglio invece non utilizzare pomate antistaminiche, perché svolgono un'azione fotosensibilizzante. In genere non vanno bene nemmeno le creme al cortisone.

Inviato da Natalina Berardi il 14/05/2016 alle 23:24

Ho un problema alle gambe con eritema forte bruciore e prurito ad oggi ho una chiazza che sembra una bruciatura sulla faccia della gamba che mi fa gonfiare le gambe in quando ho problemi circolatori .questo disturbo lo hanno chiamato dermatite nervosa cioè quando io sono in uno stato ansioso molto forte mi viene questo sintomo ,ma io invece mi accorgo che anche se sto calma e rilassata mi succede questo ,lo avevano chiamato anche psoiriasi non so se dico bene ho messo alcune creme ma non mi hanno portato alcun giovamento ....premetto che ho lavorato in alcuni punti dove c'era terreno incolto