Home   »   
  
»   Dermatite seborroica e caduta dei capelli  
 
La dermatite seborroica e la caduta dei capelli

Dermatite seborroica e caduta dei capelli

Anche se non è pericolosa per la salute, la dermatite seborroica è un disturbo indubbiamente molto fastidioso e imbarazzante: provoca infatti la formazione di squame giallastre e dalla consistenza decisamente untuosa, dal momento che il disturbo è legato anche ad un'alterazione nella funzionalità delle ghiandole sebacee (il sebo viene prodotto in quantità eccessive). Il tutto è accompagnato da prurito e, se si considera che la sede più colpita è il cuoio capelluto, si capisce come quest'antiestetica infiammazione sia sempre fonte di imbarazzo e disagio. Oltretutto, c'è anche il problema della combinazione tra la dermatite seborroica e la caduta dei capelli, perché le particolari caratteristiche del disturbo possono favorire l'indebolimento e quindi la caduta dei capelli, causando la formazione di chiazze diradate: si tratta della cosiddetta "alopecia seborroica". Un rimedio naturale potrebbe essere l'olio di cocco.
La perdita di capelli non interessa tutti i casi di seborroica (le forme più lievi in genere ne sono risparmiate), ma in effetti può capitare: vediamo per quali motivi e come fare per evitarla.

Il prurito e la caduta dei capelli
Il prurito al cuoio capelluto è un sintomo spesso presente in caso di dermatite che affligge il cuoio capelluto. A volte è talmente intenso da rendere quasi impossibile evitare di grattarsi: e i continui grattamenti possono indebolire e traumatizzare il capello, che così cade più facilmente.

L'ipersecrezione sebacea
All'origine della caduta dei capelli c'è spesso un fattore scatenante tipico della nostra patologia: si tratta di una eccessiva secrezione da parte delle ghiandole sebacee.
Il sebo in eccesso, che innesca appunto il processo infiammatorio, rende più difficoltosa l'attività dei bulbi piliferi. I bulbi si trovano infatti ad essere soffocati dalle quantità eccessive di sebo, cadono e i capelli non riescono a ricrescere normalmente. Il tutto è ulteriormente complicato dal proliferare del fungo Malassezia (altra causa scatenante), che contribuisce ad irritare ancora di più i follicoli, favorendo indebolimento e caduta dei capelli e ostacolandone la crescita.
Anche l'utilizzo di shampoo inadatti (ovvero eccessivamente aggressivi) e lo stress psicofisico possono contribuire ad aggravare l'infiammazione, nuocere ai follicoli piliferi e quindi facilitare la caduta dei capelli.

Come contrastare la caduta dei capelli
Per prevenire o quantomeno ridurre al minimo le conseguenze della dermatite seborroica e la caduta dei capelli, la soluzione migliore è trovare e seguire la terapia più adeguata (ovviamente dopo aver consultato un buon dermatologo). Il che significa il più delle volte utilizzare shampoo antinfiammatori e antimicotici, in grado di ostacolare la crescita del Malassezia. Utili possono essere anche gli shampoo all'alukina, preparato naturale molto efficace nel contrastare l'infiammazione. Occorre anche evitare il più possibile di grattarsi, perché i continui grattamenti favoriscono la caduta dei capelli (in ogni caso con la terapia il prurito dovrebbe attenuarsi sensibilmente). A trattamenti di questo genere è possibile associare l'utilizzo di lozioni che aiutano a rafforzare e irrobustire i follicoli (ne esistono di apposite). Un rimedio naturale in grado di rafforzare i capelli e prevenirne la caduta, è l'olio di cocco .
Con le cure giuste la patologia regredirà e di conseguenza anche i capelli si irrobustiranno e cadranno molto meno.
Un ultimo consiglio importante per contrastare la dermatite seborroica e la caduta dei capelli: è bene affrontare la situazione con calma e senza farsi prendere dal panico, perché lo stress può solo peggiorare la situazione e acuire i sintomi dell'infiammazione.