Home   »   
  
»   Dermatite seborroica: i rimedi naturali  
 
Dermatite seborroica: i rimedi naturali

Dermatite seborroica: i rimedi naturali

Per trattare la dermatite seborroica esistono diverse cure di tipo farmacologico, dall'applicazione di gel o shampoo antimicotici all'utilizzo di prodotti a base di principi attivi cortisonici, in grado di alleviare piuttosto velocemente i sintomi del disturbo.
Tuttavia, soprattutto se la forma di irritazione che vi ha colpito è piuttosto lieve, non bisogna trascurare l'ampio ventaglio di possibilità offerto dalla natura: sono tanti infatti i rimedi naturali e fitoterapici in grado di svolgere una valida azione seboregolatrice e antinfiammatoria. Alcuni si possono usare localmente in forma pura (come gli oli, ad esempio), altri invece sono utilizzati per preparare pomate o gel da applicare sulla zona da trattare. Vediamo insieme quali sono quelli più efficaci.

Aloe vera
Grazie alle sue grandi proprietà lenitive, l'aloe vera è sempre un trattamento naturale molto utile in caso di pelle infiammata e arrossata, perché aiuta a ridurre prurito e rossore. In commercio esistono diverse pomate e creme a base di questo principio attivo.

Viola tricolor
La viola tricolor viene spesso utilizzata per trattare le diverse affezioni della cute: è infatti in grado di svolgere una buona azione antinfiammatoria e antisettica, grazie all'alto contenuto di derivati salicilici e tannini. Inoltre, contiene anche le mucillagini, sostanze che le conferiscono proprietà lenitive ed emollienti.

Ginkgo biloba e incenso
Ecco altri due ottimi rimedi tutti naturali da usare in caso di irritazione: ginkgo biloba e incenso. Il ginkgo biloba, pianta di origine cinese, contrasta in modo efficace l'atrofia dei vasi sanguigni, causa principale della patologia. E l'incenso? Non tutti sanno che vanta buone capacità antimicrobiche, immunostimolanti e cicatrizzanti.

Olio di tea tree
Alcuni studi hanno evidenziato come l'olio di tea tree abbia un effetto molto positivo sul decorso della patologia. Tuttavia, il suo utilizzo richiede il consulto preventivo del medico e qualche cautela, perché un sovradosaggio può causare effetti collaterali e reazioni allergiche anche forti.

Olio di borragine e olio di semi di lino
Questi due oli, essendo ricchi di acido linoleico, esplicano un'azione antinfiammatoria sulle cute lesa, attenuando il prurito e permettendo una migliore ossigenazione delle cellule.
Si possono anche assumere per via interna: sono infatti commercializzate le capsule (o perle) di entrambi questi oli.

Olio di mandorle dolci
Valido rimedio naturale in caso di irritazione cutanea è anche l'olio di mandorle dolci, grazie alle sue proprietà lenitive, emollienti e antinfiammatorie.

Echinacea
Le grandi proprietà immunostimolanti e antibatteriche dell'echinacea la rendono uno dei rimedi naturali più efficaci contro l'irritazione cutanea.

Tarassaco e iperico
Grazie all'alto contenuto di sostanze come l'anetolo e il fencone, il tarassaco è un ottimo depurativo della cute. L'iperico, invece, è un buon cicatrizzante e antisettico, per cui è molto indicato in caso di infiammazione.

Fumaria
Valida cura per questa patologia cutanea è anche la fumaria, una pianta che deve le sue proprietà antinfiammatorie all'alta concentrazione di alcaloidi. Questo rimedio fitoterapico va però evitato in caso di gravidanza e allattamento e in caso di pressione bassa (la fumaria fa abbassare la pressione, tanto che viene utilizzata per trattare gli stati di ipertensione).

Consigli e suggerimenti
Per trarre il massimo giovamento possibile dai trattamenti naturali che abbiamo appena elencato è bene non solo seguire scrupolosamente le indicazioni del medico e dell'erborista (relative alle modalità di utilizzo delle piante e al loro dosaggio), ma anche seguire molto banalmente alcuni accorgimenti pratici: ad esempio, utilizzare solo detergenti delicati, seguire una corretta alimentazione oppure mettere a contatto diretto con la cute solo tessuti traspiranti di cotone o lino.
Per fronteggiare la dermatite seborroica accorgimenti di questo tipo, che possono sembrare insignificanti, sono in realtà importanti quasi quanto le cure, farmacologiche e/o naturali che siano.