Home   »   
  
»   Dermatite seborroica: i rimedi  
 
Dermatite seborroica: i rimedi

Dermatite seborroica: i rimedi

La dermatite seborroica è un disturbo non certo facilissimo da debellare: ad andamento cronico-recidivante, può ripresentarsi anche quando si pensava di averlo completamente sconfitto. Per avere la meglio su questa malattia è bene agire su più fronti. Da una parte ci sono le cure farmacologiche (creme, pomate e shampoo ad uso topico e a base di principi attivi diversi), dall'altra una serie di rimedi naturali anch'essi molto efficaci per attenuare significativamente la sintomatologia (dall'aloe vera all'olio di borragine). E per finire, non bisogna trascurare l'importanza dei piccoli rimedi pratici e degli accorgimenti di cura quotidian che, se associati alle cure farmacologiche e/o naturali, aiutano a vincere la partita contro questa patologia!
Vediamo quali semplici norme pratiche è bene osservare per contrastare la dermatite seborroica: i rimedi e le cure.

Scegliere con attenzione detergenti, creme e cosmetici
Per accelerare la remissione dei sintomi dell'irritazione cutanea è importante non utilizzare mai prodotti per l'igiene, il make up e la cura del corpo di bassa qualità o dalla formulazione aggressiva, perché irriterebbero ulteriormente la zona colpita dalla malattia. Quindi sì solo a prodotti di buona qualità, il più possibile naturali, dal pH neutro e pensati per le specifiche esigenze di una pelle molto sensibile. Le creme devono anche essere il più possibile leggere e poco untuose (perfette quelle dalla formulazione oil free).
In caso di irritazione del cuoio capelluto, è bene astenersi del tutto dall'applicare sui capelli tinte, lacche, gel e lozioni varie (fino a quando i sintomi non saranno scomparsi), perché potrebbero avere un effetto negativo sul decorso della malattia.

Non grattarsi e non toccarsi i capelli
Anche se il prurito può a volte essere intenso e molto fastidioso, cercate di trattenervi dal grattare la zona colpita perché così peggiorereste soltanto la situazione, nonostante il sollievo temporaneo (e potreste procurarvi un'infezione secondaria). Allo stesso modo è bene evitare di toccarsi e accarezzarsi spesso i capelli perché le mani hanno uno strato di grasso fisiologico: maneggiando troppo la chioma, quindi, la rendereste ancora più grassa e appesantita, aggravando l'infiammazione.

Le regole di lavaggio/asciugatura dei capelli
Se l'irritazione ha colpito il cuoio capelluto, ricordatevi che i lavaggi troppo frequenti non fanno bene al decorso della malattia. Un paio di volte alla settimana può essere sufficiente. Ricordate inoltre di applicare lo shampoo medicativo in modo uniforme su tutto il cuoio capelluto (senza esagerare con la quantità), massaggiandolo delicatamente. L'asciugatura va inoltre effettuata il più velocemente possibile, perché esporre troppo a lungo il cuoio capelluto ad una fonte di calore farebbe peggiorare l'infiammazione.

Radersi con cura
Gli uomini dovrebbero radersi accuratamente, perché baffi e barba fanno peggiorare il disturbo. Ed è meglio utilizzare la lametta rispetto al rasoio elettrico.

Privilegiare i vestiti di cotone
il cotone (o comunque i tessuti leggeri, naturali e morbidi, come lino e seta) non irrita la pelle, anche perché fa circolare l'aria intorno ad essa. Da evitare, invece, i tessuti ruvidi e quelli sintetici.

Alimentarsi in modo corretto
Una buona alimentazione, povera di grassi e zuccheri e ricca di fibre, può aiutare a migliorare lo stato dell'infiammazione. In particolare, non dimenticate di assumere la giusta dose di acidi grassi polinsaturi omega 3: li trovate soprattutto nel pesce azzurro e nel fegato. Se pensate di non introdurne a sufficienza con la dieta, provate a chiedere al vostro medico se è il caso di assumere degli integratori a base di olio di pesce: è bene che sia il medico a farvi la prescrizione e ad indicarvi il dosaggio, perché se preso in dosi eccessive l'olio di pesce può dare sgradevoli effetti collaterali.

Scacciare ansia e stress
Cercate di vivere una vita il più possibile serena e di non farvi toccare troppo dai problemi quotidiani: lo stress fa peggiorare l'irritazione, è risaputo!

Prendere un po' di sole
Il sole fa bene a chi presenta problemi di dermatite perché assorbe il sebo in eccesso presente sulla cute e responsabile del processo infiammatorio. Prendere un po' di sole è quindi consigliabile, a patto però di applicare una crema solare e di evitare di esporsi quando la malattia è ancora nella sua fase acuta.
Esistono vari modi per eliminare o quantomeno ridurre i sintomi della dermatite seborroica: i rimedi naturali sono quelli meno nocivi, meno invasivi, a minor costo e che garantiscono maggiore efficacia.