Home   »   
  
»   Dermatite seborroica sopracciglia  
 
Dermatite seborroica sopracciglia

Dermatite seborroica sopracciglia

La dermatite seborroica alle sopracciglia è piuttosto frequente, in quanto questa patologia cutanea tende a comparire soprattutto nelle zone ricche di ghiandole sebacee o nelle zone pilifere quali, appunto, sopracciglia, cuoio capelluto (la sede in cui compare più frequentemente) e, negli uomini, la zona della barba.
Vediamo come si manifesta, come trattarla e come imparare a gestire le conseguenze che può comportare la dermatite seborroica alle sopracciglie (la caduta delle sopracciglia).

Come riconoscerla
Anche sulle sopracciglia, la dermatite seborroica insorge con gli stessi sintomi che caratterizzano altre zone del corpo: compaiono piccole squame untuose di colore giallastro spesso pruriginose, mentre la pelle su cui insorgono le squame in genere si arrossa.
La desquamazione, che è un sintomo tipico della dermatite seborroica, diventa ancora più evidente quando il disturbo insorge sulle sopracciglia e in generale sulle zone pilifere.

Altre aree del viso colpite
Oltre alle sopracciglia, possono essere interessate dalla dermatite seborroica altre zone del viso, quali fronte, solchi del naso, zigomi, pieghe dietro l'orecchio, condotto uditivo esterno, mento e palpebre.

Possono cadere le sopracciglia?
Chi soffre di dermatite seborroica alle sopracciglia, oltre ad accusare un comprensibile disagio psicologico (a causa del fatto che la zona colpita è continuamente esposta allo sguardo altrui), teme che una conseguenza del disturbo possa essere la caduta di parte delle sopracciglia.
In effetti, il rischio che pezzi di sopracciglia possano staccarsi c'è, anche se non è detto che succeda. Non è il disturbo in sé e per sé a provocare la caduta, però l'ipersecrezione di sebo che sta alla base di una patologia come la dermatite seborroica può contribuire ad indebolire e soffocare il bulbo pilifero: e questo, unito al fatto che spesso il prurito intenso porta a grattarsi molto, potrebbe portare le sopracciglia a indebolirsi e quindi a cadere.

Di conseguenza la prima cosa da fare è evitare di grattarsi, seguendo una terapia adeguata in grado di attenuare anche il prurito. In questo modo, si riduce moltissimo la possibilità di incorrere nello spiacevole inconveniente della caduta delle sopracciglia.
Se ciò dovesse accadere, si può sempre coprire l'inestetismo con una matita dello stesso colore delle sopracciglia. E soprattutto non bisogna preoccuparsi troppo: lo stress peggiora il disturbo. Molto meglio non farsi prendere dal panico, né drammatizzare la cosa: con la giusta terapia la dermatite seborroica si attenuerà e le sopracciglia torneranno a crescere normalmente!

Le cure
Per trattare il disturbo, è possibile applicare delle pomate che contrastino gli stadi desquamativi e seborroici del viso. Ad esempio, delle creme antimicotiche, delle pomate a base di alukina oppure a base di acido salicilico e zolfo.
Per impostare la cura adeguata è assolutamente necessario affidarsi ad un buon dermatologo, in quanto il trattamento varia in considerazione della gravità e intensità del disturbo. Se necessario, nelle situazioni più serie viene prescritta l'assunzione di antimicotici per via orale.

Piccoli accorgimenti quotidiani
In caso di dermatite seborroica alle sopracciglia (e in generale in altre parti del viso) sono importanti alcuni accorgimenti di igiene e cura quotidiana, come scegliere un detergente delicato e dal pH neutro, creme idratanti leggere e non untuose e cosmetici naturali che siano delicati sulla pelle.