Home   »   
  
»   Micosi delle unghie  
 
Micosi delle unghie

Micosi delle unghie

Le micosi delle unghie sono infezioni provocate da funghi, muffe o lieviti. Possono insorgere sia sulle mani che sui piedi: tuttavia le micosi delle unghie dei piedi sono di gran lunga più frequenti.
Il nome scientifico dei funghi delle unghie è "onicomicosi" e comporta una sintomatologia che, di primo acchito, potrebbe essere scambiata per una psoriasi ungueale.

Vediamo come riconoscere il disturbo, come curarlo e in quale modo prevenirlo.

Cause: perché è più frequente nei piedi
Come per tutte le micosi, anche in questo caso il fattore scatenante è l'aggressione di un fungo (o, come abbiamo visto, di muffe o lieviti, anche se per comodità si parla sempre di infezione fungina): spesso si tratta di microorganismi che già vivono nell'organismo, senza provocare alcun danno.

Che cosa deve succedere quindi perché si sviluppi un'infezione? I funghi devono proliferare e diventare aggressivi attaccando l'unghia. Questo può accadere a causa di un abbassamento delle difese immunitarie, a causa di patologie particolari (ad esempio, il diabete può predisporre maggiormente all'insorgenza di infezioni di questo tipo) o di alcuni comportamenti a rischio, come camminare scalzi in piscine pubbliche o calzare spesso scarpe/calze strette che non permettono una corretta traspirazione del piede.
Bisogna infatti tenere presente che i funghi che causano le micosi delle unghie si riproducono con maggiore facilità in luoghi caldi e umidi: piscine, terme, docce e spogliatoi sono quindi il loro ambiente ideale.
Ed è sempre per questo motivo che le micosi delle unghie dei piedi sono più frequenti di quelle delle mani: rispetto alla mano, il piede è più esposto all'umidità e al calore perché per la maggior parte del tempo è chiuso in calze e scarpe e questo porta la pelle a sudare di più.
Inoltre, la circolazione sanguigna diretta alle unghie del piede è più scarsa e ciò può portare ad un calo delle difese immunitarie in questa parte del corpo: in altre parole nel piede il sistema immunitario fa più fatica a riconoscere un'infezione ed è quindi più vulnerabile di fronte all'aggressione di agenti patogeni.

Sintomi
I funghi delle unghie causano sintomi abbastanza simili a quelli di una psoriasi ungueale. All'inizio l'unghia cambia colore: diventa giallognola, a volte con macchie marroncine, verdi o nerastre. Inoltre appare in superficie un po' deformata, si ispessisce e con il progredire dell'infezione può sgretolarsi, soprattutto ai lati. E c'è il rischio che, dopo essere diventata maleodorante, si stacchi del tutto (onicolisi), se non viene adeguatamente trattata. Il problema può riguardare una sola unghia oppure estendersi anche ad altre.
Per evitare il distacco ungueale (o complicazioni ancora più gravi, come il passaggio dell'infezione dalle unghie alla cute) è bene rivolgersi subito al dermatologo o al podologo ai primi segnali di micosi, ovvero subito dopo essersi accorti del cambiamento di colore.

La prevenzione
Le micosi delle unghie sono contagiose, ragion per cui è importante fare attenzione alla prevenzione: sia per evitare di contagiare gli altri e sé stessi, sia per evitare di peggiorare la situazione, qualora l'infezione sia in atto.
Ecco come comportarsi:
- Nel caso l'unghia sia già infetta, lavarsi sempre bene le mani dopo averla toccata
- Tenere le unghie sia dei piedi che delle mani asciutte, pulite e tagliate corte (in questo modo l'accesso ai funghi viene ostacolato)
- Non usare calze in tessuti sintetici, ma solo in cotone o altri tessuti naturali (per favorire la traspirazione)
- Prediligere scarpe con tacco basso, che siano comode e non stringano il piede (come quelle a punta larga: meglio evitare tacchi alti e scarpe a punta stretta)
- Fare dei pediluvi con bicarbonato e oli essenziali dalle proprietà antimicotiche: provate con qualche goccia di olio essenziale di lavanda, di tea tree o di origano e un po' di bicarbonato. Oppure con l'aceto: sono tutti rimedi naturali utili a contrastare e prevenire le infezioni fungine
- Evitare trattamenti di manicure/pedicure aggressivi (ad esempio quelli che vanno a togliere la pellicina che sta intorno all'attaccatura delle unghie: questa pellicina ostacola l'accesso dei batteri)
- Non usare unghie finte né smalti.
Questi accorgimenti vanno osservati con particolare rigore soprattutto se si frequentano regolarmente luoghi pubblici in cui è possibile contrarre un'infezione (come piscine, palestre, terme etc.) e se si è già sofferto di micosi delle unghie: le recidive, infatti, sono piuttosto frequenti.
Se vi è appena passata una micosi delle unghie dei piedi è meglio sostituire le scarpe vecchie (quantomeno quelle che si usano più spesso e le scarpe per l'attività sportiva), mentre se il disturbo aveva colpito le unghie delle mani usate sempre dei guanti protettivi durante i lavori domestici o comunque ogni volta che vi trovate a maneggiare detergenti o sostanze chimiche irritanti di vario tipo (rendono la pelle e le unghie più deboli).
Inoltre può essere molto utile lavarsi mani e piedi dopo aver unito al detergente qualche goccia di olio tea tree oil, potente antibatterico naturale. In alternativa, esistono delle polveri antimicotiche che possono essere utilizzate periodicamente per evitare la ricomparsa dell'infezione.

Le cure
Se vi state chiedendo come combattere le micosi delle unghie, è intanto importante sapere che i funghi delle unghie sono spesso resistenti al trattamento e quindi non sono facili da neutralizzare: ci vuole pazienza e molta costanza nel seguire la terapia indicata, che in genere è lunga.
Il trattamento delle micosi delle unghie consiste nell'applicazione di prodotti antimicotici come pomate, creme o smalti. A volte vengono prescritti farmaci antimicotici da assumere per via orale e, solo nelle situazioni più gravi, l'unghia viene asportata chirurgicamente.