Home   »   
  
»   Psoriasi e alimentazione  
 
Psoriasi e alimentazione

Psoriasi e alimentazione

Esiste un rapporto tra psoriasi e alimentazione? C'è una dieta in grado di contrastare i sintomi della malattia? Chi soffre di questo disturbo se lo sarà chiesto mille volte, anche perché al riguardo non c'è molta chiarezza.
Secondo la scienza non ci sono alimenti in grado di causare o di eliminare il problema, ma per attenuarlo è senza dubbio possibile intervenire sul modo di mangiare e sulla scelta dei cibi. Vediamo come!

Rapporto fra psoriasi e dieta
A scanso di equivoci, è meglio iniziare dicendo che non c'è una vera e propria dieta per psoriasi: la scienza finora non ha nessun elemento per sostenere che l'alimentazione sia in qualche modo implicata nell'insorgenza del disturbo o, al contrario, nella sua guarigione.
Tuttavia, questo non significa che prestare attenzione all'alimentazione non sia utile quando si soffre di psoriasi.
Anche se ogni organismo reagisce in modo diverso all'assunzione di un alimento, in linea di massima si è rilevato che alcuni cibi possono far peggiorare il decorso della malattia (non provocarlo, ma peggiorarlo) e altri invece possono favorire una certa remissione dei sintomi e rendere meno frequenti le fasi di riacutizzazione. Un rapporto fra psoriasi e alimentazione, quindi, c'è: vediamo di approfondirlo.

Relazione fra obesità e infiammazione della cute
Parlando di alimentazione e psoriasi, è importante evidenziare come il sovrappeso faccia peggiorare il decorso della malattia, perché una molecola contenuta nelle cellule adipose favorisce i processi infiammatori, fra cui quelli che caratterizzano l'affezione cutanea di cui stiamo parlando.
Inoltre, l'obesità trascina con sé altre condizioni e alterazioni metaboliche (ipercolesterolemia, diabete, pressione alta) che contribuiscono ad acuire i sintomi.
Perdere peso (nel caso sia necessario) e seguire un'alimentazione corretta è consigliabile sempre, ma lo è ancora di più quando si soffre di psoriasi!

I cibi da evitare
Al di là del problema dell'obesità, ci sono alcuni cibi che tutti coloro che soffrono di psoriasi dovrebbero consumare pochissimo o eliminare del tutto, perché potrebbero peggiorare l'infiammazione.
Si tratta soprattutto di cibi ricchi di acidi grassi saturi, di proteine e grassi animali.
Ecco gli alimenti da evitare:
- Latte e derivati (formaggi - soprattutto quelli stagionati - burro, panna...)
- Carni rosse
- Salumi
- Alimenti contenenti olio di palma e olio di cocco
- Uova
- Alimenti contenenti zucchero o sale
- Pepe
- Fritti
- Alcuni tipi di frutta e verdura: in generale, frutta e verdura non sono alimenti da evitare in caso di psoriasi, fatta eccezione per alcune tipologie in grado di aumentare la reazione infiammatoria come pomodori, peperoni crudi, patate, melanzane e cachi.
Fra le bevande, vanno consumate con molta moderazione il caffè e la cioccolata, ma soprattutto le bevande alcoliche: l'alcol, infatti, può peggiorare in modo significativo i sintomi della psoriasi, specie se ne viene assunto tanto in poco tempo.

I cibi che si possono mangiare
Per fortuna, parecchi alimenti non sono assolutamente vietati e non hanno alcun effetto negativo sul decorso della malattia (anzi, in qualche caso possono anche fare bene).
Si tratta degli alimenti base di una dieta salutare, quali:
- Frutta e verdura in quantità
- Pesce (soprattutto quello ricco di acidi grassi omega-3, come il pesce azzurro e il salmone)
- Carni bianche
- Pane e pasta, meglio se integrali
- Legumi
- Olio extravergine d'oliva (a crudo)
- Alimenti ricchi di acidi grassi omega 3 (noci, semi di lino, avena...).
Se proprio bisogna indicare una dieta per psoriasi, possiamo quindi dire che una sana dieta mediterranea è l'ideale.
Bisogna inoltre ricordarsi di bere molta acqua, per idratare bene la cute resa secca dalla malattia.

Legame psoriasi/celiachia
Nel corso degli ultimi anni sembra che diverse ricerche scientifiche abbiano rilevato come la celiachia si riscontri con maggiore frequenza in chi soffre di psoriasi. Esiste dunque un legame fra i due disturbi? Secondo queste ricerche, sì: ciò potrebbe portare a credere che una dieta priva di glutine possa giovare a tutti coloro che soffrono di psoriasi. In realtà, non è così: o almeno non c'è alcuna evidenza scientifica che lo dimostri. Pertanto in caso di dubbi, anziché sottoporsi di propria iniziativa a restrizioni alimentari magari inutili, è bene rivolgersi ad uno specialista così da impostare, se necessario, la dieta più adatta al singolo caso.
Bisogna infatti tenere presente che il rapporto fra psoriasi e alimentazione è complesso. Anche se ci sono indicazioni di massima che valgono per tutti sugli alimenti da evitare, ogni soggetto affetto da psoriasi ha una sua personale sensibilità ai cibi: ciò che vale per un paziente potrebbe non valere per un altro.