Home   »   
  
»   Dermatite atopica: curarla con l'omeopatia  
 
Dermatite atopica: curarla con l'omeopatia

Dermatite atopica: curarla con l'omeopatia

La dermatite atopica è un disturbo ad andamento cronico-recidivante che in genere viene trattato con il ricorso a cure farmacologiche. Non sempre però queste cure sortiscono gli effetti sperati: perché non provare quindi, in alternativa o in accompagnamento ai trattamenti tradizionali, delle cure omeopatiche? L'omeopatia è una medicina non convenzionale che permette di trattare disturbi di vario genere in modo più profondo, perché considera il sintomo come espressione di uno squilibrio generale dell'armonia mente-corpo e punta quindi a ristabilire un complessivo equilibrio psicofisico. Quindi, se si soffre di dermatite atopica, curarla con l'omeopatia può tornare molto utile: la patologia è in effetti spesso influenzata anche da fattori psico-emotivi (come altre forme di irritazione del resto). Ecco quali sono le terapie omeopatiche più indicate in caso di disturbo.

Cure omeopatiche più utili per gli adulti
La fase acuta/iniziale della malattia, caratterizzata da sintomi quali arrossamento, secchezza, prurito e/o comparsa di piccole vesciche, può essere trattata ricorrendo a questi rimedi omeopatici:
- Apis mellifica: questo rimedio sortisce effetti positivi piuttosto velocemente. Tuttavia, dal momento che gli effetti durano poco, la cura va in genere seguita più volte al giorno, ovvero al bisogno (quando la sintomatologia ricompare)
- Rhus toxicodendrum: è un rimedio perfetto per trattare l'eventuale comparsa di piccole vescicole piene di liquido sieroso
- Graphites: in caso di vescicole ricoperte di croste umide può tornare utile anche questo rimedio omeopatico, soprattutto se le eruzioni cutanee sono associate ad un prurito/bruciore molto intensi. Se le vescicole insorgono su una pelle particolarmente secca (tanto da provocare la comparsa di fissurazioni), la cura omeopatica più indicata è il Petroleum
- Antimonium crudum: si ricorre in genere a questa soluzione omeopatica quando l'irritazione comporta la formazione di pustole contenenti materiale purulento. In alternativa può andare bene anche il Mezereum. Queste due sostanze svolgono diverse funzioni e possono quindi essere utilizzate anche nel momento in cui le vescicole/pustole lasciano il posto alla formazione di croste e crosticine
- Hepar Sulfur: la somministrazione dell'hepar sulfur è in genere indicata quando al toccare la cute infiammata si avverte un intenso dolore. Tale rimedio è utile anche quando il sintomo prevalente della patologia è la formazione di ragadi (spaccature cutanee), soprattutto se sono dolorose. Per le ragadi può andare bene anche il Petroleum (specialmente se sono localizzate sui polpastrelli) e l'Antimonium crudum.

Come trattare il prurito
Il prurito, un sintomo molto fastidioso e quasi sempre presente in caso di presenza della malattia, si può trattare omeopaticamente ricorrendo al Poumon histamine oppure all'Histaminum.

Cure omeopatiche per la i bambini
La dermatite atopica è un disturbo che insorge spesso in età infantile: e per i bambini sono particolarmente indicate le cure omeopatiche, perché non comportano effetti collaterali. Per i più piccoli sono consigliate alcune specifiche cure omeopatiche, che possono essere diverse da quelle indicate per gli adulti. Ad esempio, spesso per l'infiammazione infantile è utile la somministrazione di calcarea carbonica, sia per le lesioni secche che per quelle umide. In caso di comparsa di piccole vesciche è più indicato il Croton Tiglium.

Rivolgersi ad un buon omeopata
Le indicazioni sopra riportate sono generali e puramente indicative. Se si è affetti da dermatite atopica, curarla con l'omeopatia può rivelarsi un valido rimedio ma è assolutamente necessario rivolgersi ad un medico omeopata esperto. Ogni caso infatti è a sé e la terapia dev'essere calibrata in considerazione dell'anamnesi e storia familiare/psicologica specifica del paziente.